Carta Europea della Disabilità

Segnaliamo che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 dicembre scorso il DPCM recante la definizione dei criteri per il rilascio della Carta europea della disabilità in Italia.

In particolare, il D.P.C.M. disciplina le modalità per la realizzazione, distribuzione e sviluppo della Carta, rilasciata dall’INPS e attestante una condizione di disabilità dei soggetti possessori.

Valore: la Carta esonera dall’esibizione di altre certificazioni che attestino la disabilità;
Rilascio: i presentatori potranno, a partire dal 23 febbraio 2022, presentare domanda per il rilascio della Carta sul portale telematico INPS. Il modulo telematico di domanda deve contenere dei dati personali della persona con disabilità, unitamente ad una foto formato tessera;
Caratteristiche: la Carta è realizzata dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, mentre sul lato anteriore è presente un’apposita indicazione nei casi in cui il richiedente sia un soggetto che necessiti di accompagnatore o di maggiore intensità di sostegno rientrante fra le seguenti categorie:
Categorie della non autosufficienza;
– Titolari di indennità speciale;
– Titolari di indennità di comunicazione;
– Invalidi minorenni.

Sul lato posteriore della Carta sarà inoltre riportato un apposito codice tramite il quale è possibile verificare la validità della Carta.

Durata: la Carta è valida fino alla permanenza della condizione di disabilità e comunque per non più di 10 anni dal rilascio. Cessa la sua validità in caso di decesso dell’intestatario.

Agevolazioni: la Carta consente l’agevolazione a beni e servizi, attivata mediante protocolli d’intesa o convenzioni tra soggetti pubblici e privati e l’Ufficio disabilità. La carta non può essere ceduta a terzi.

Se vuoi approfondire consulta il sito www.disabilitycard.it.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.